Assegno di Invalidità Civile

L’Assegno di Invalidità Civile è una prestazione assistenziale mensile erogato dall’INPS a cittadini che abbiano accertato patologie congenite o acquisite.

L’Invalidità Civile non va confusa con l’Assegno Ordinario di Invalidità, che soddisfa altri requisiti

Per poter richiedere questo istituto bisognerà infatti soddisfare, oltre al requisito sanitario, anche un requisito reddituale fissato annualmente dall’INPS.

L’erogazione dell’importo non è automatica ma bisogna fornire richiesta telematica attraverso i Patronati o mediante registrazione all’INPS.

La Pensione di Invalidità Civile si ottiene soddisfacendo determinati requisiti sanitari ed amministrativi.

Assegno di Invalidità Civile requisiti sanitari:

Il richiedente deve accertare un grado di invalidità compreso tra il 74% e il 100% attraverso la Commissione Sanitaria dell’ASL (scopri che cos’è l’accertamento sanitario).

Il grado di invalidità potrà essere permanente o revisionabile a secondo delle patologie.

In caso di Rivedibilità dell’accertamento sanitario, l’ASL fisserà nel verbale di Invalidità civile la data di revisione della visita medica.

Le revisioni sono richieste generalmente dopo 1, 2 o 3 anni.

Generalmente alla scadenza del Verbale revisionabile, L’INPS invia la convocazione alla visita medica per rivedibilità delle patologie.

Ricevuto l’invito l’assistito dovrà necessariamente ripresentarsi alla Commissione dell’ASL e riesaminare le percentuali di invalidità.

Una volta riaccertate le patologie e il grado di invalidità bisognerà ricostituire la prestazione attraverso un nuovo invio dell’AP 70.

Qualora non vengano rispettate scrupolosamente le indicazioni del INPS, la prestazione verrà interrotta.

Assegno di Invalidità Civile requisiti amministrativi:

  • Età compresa tra i 18 e i 65 anni e 7 mesi
  • Reddito nel limite fissato annualmente
  • Situazione lavorativa; nessuna occupazione salvo alcune eccezioni
  • Residenza stabile ed abituale nel territorio italiano

L’assegno spetta se non si superano limiti personali di reddito stabiliti annualmente dall’Ente (per l’anno 2018 è pari a 4.853,29 euro).

Assegno di Invalidità civile requisiti contributivi:

L’invalido per vedersi riconosciuta la prestazione non deve possedere  precisi requisiti contributivi.

Per scoprire i limiti di reddito relativi a pensioni, accompagnamento ed indennità per il 2017 consultare questo link :

https://www.disabili.com/legge-e-fisco/articoli-legge-e-fisco/provvidenze-economiche-per-invalidi-civili-ciechi-civili-e-sordi-importi-e-limiti-reddituali-per-il-2017.

Assegno Invalidità Civile Importo 

L’assegno mensile viene corrisposto per 13 mensilità. Per l’anno 2018 l’importo mensile è pari a 282,55 euro.

Al compimento del sessantasettesimo anno di età, in sostituzione dell’assegno mensile, viene corrisposto l’assegno sociale.

Assegno di Invalidità Civile durata e decorrenza

La Pensione di Invalidità Civile non è una prestazione permanente, l’INPS può in qualsiasi momento richiedere una visita di controllo.

Una volta accertati tutti i requisiti per l’ottenimento dell’Assegno di Invalidità Civile, inviata la domanda telematica ed ottenuto il parere favorevole dell’INPS, il pagamento avverrà dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda (Scopri di più )

Ricorsi Assegno di Invalidità Civile

Qualora la domanda per l’Invalidità Civile venga respinta è possibile presentare ricorso all’INPS entro 90 giorni dal ricevimento della risposta di reiezione.

Per informazioni ed assistenza su Invalidità Civile e sui Ricorsi alla reiezione delle domanda di Invalidità Civile prenota il tuo appuntamento allo 06/39741831 o contattaci all’indirizzo mail info@asoter.it . Ci troviamo in Viale di Valle Aurelia 65.

Potrebbe interessarti anche: https://www.cafpatronatoroma.it/news/assegno-ordinario-di-invalidita-requisiti-e-domanda/