Decreto Flussi 2019 Ultime notizie

Il nuovo decreto flussi per lavoratori stagionali ed autonomi è stato pubblicato lo scorso 9 aprile in Gazzetta Ufficiale.

Il decreto prevede l’ingresso in Italia di 30.850 lavoratori extracomunitari e saranno così suddivisi :

  • 12.850 per lavoro subordinato non stagionale e autonomo
  • 18.000 per lavoro stagionale nei settori agricolo e turistico-alberghiero.

Decreto Flussi 2019 Ultime notizie scadenze

Le domande per l’assunzione di lavoratori stranieri non stagionali e per le conversioni dei permessi di soggiorno potranno essere presentate dal 16 aprile..

Mentre partiranno dal 24 aprile le domande per l’assunzione di stagionali.

Il datore di lavoro italiano o straniero regolarmente soggiornante che intende assumere un lavoratore residente all’estero deve inviare una richiesta nominativa di assunzione redatta sul modello predisposto dal sistema telematico.

La trasmissione della richiesta deve avvenire nei tempi previsti dal decreto, ossia a partire dalla data e dall’orario indicati nel decreto ed entro sei mesi dall’entrata in vigore del decreto stesso.

Le quote disponibili sono normalmente abbondantemente inferiori alle richieste di assunzione inviate dai datori di lavoro.

Le domande vengono esaminate in base all’ordine di arrivo; per questa ragione è necessario inviare la domanda in maniera tempestiva, per avere maggiori possibilità di accoglimento della domanda.

Decreto Flussi 2019 Ultime Notizie 

Decreto Flussi 2019 Ultime Notizie iter domande

Lo Sportello Unico per l’Immigrazione esamina le domande presentate attraverso un’istruttoria che coinvolge la Direzione Provinciale del Lavoro e la locale Questura.

In sostanza, il DPL verifica la validità delle condizioni contrattuali contenute nella domanda, mentre la Questura verifica eventuali irregolarità del lavoratore residente all’estero o eventuali procedimenti penali a carico del datore di lavoro.

Lo Sportello Unico può avvalersi della facoltà di richiedere al datore di lavoro della documentazione integrativa qualora ritenga non chiare o insufficienti le informazioni contenute nella domanda.

Al temine dell’istruttoria lo Sportello Unico per l’Immigrazione emette, o rifiuta, il nulla osta per l’assunzione.

I tempi per il rilascio o il diniego del nulla osta previsti dal Testo Unico sono 40 giorni, ma,  nella prassi si sconfinano abbondantemente i termini.

Una volta ottenuto l’ ok definitivo il nulla osta verrà rilasciato o al datore di lavoro che lo consegnerà al lavoratore.

Oppure , se richiesto espressamente in domanda, lo Sportello Unico trasmetterà alla rappresentanza italiana estera del paese di residenza del lavoratore il nulla osta.

In questo caso sarà il lavoratore che si recherà a richiedere il visto di ingresso per motivi di lavoro nella rappresentanza italiana all’estero.

Per informazioni sul Decreto Flussi prenota il tuo appuntamento qui, siamo in Viale di Valle Aurelia 65 Roma.