Test di italiano Cittadinanza Italiana

Test di italiano Cittadinanza Italiana la novità per l’invio delle Istanze

I recenti aggiornamenti sulla normativa e le procedure da seguire per richiedere la cittadinanza italiana hanno introdotto un’ importante novità: il test di italiano.

Test di Italiano Cittadinanza Italiana chi deve essere in possesso del Test di Italiano?

Il test di italiano di livello B1 (con la relativa certificazione), in base all’emendamento 14.7 approvato dal Decreto Salvini, è diventato obbligatorio per quasi tutti i richiedenti.

Sono esclusi dal provvedimento solamente i possessori di permesso di soggiorno illimitato (ex carta di soggiorno).

L’obbligatorietà del Test di Italiano si applica ai cittadini comunitari ed extracomunitari.

Il provvedimento riguarda sia le richieste di Cittadinanza per Residenza che per Matrimonio.

Test di Italiano Cittadinanza Italiana in cosa consiste il test di livello B1 ?

Il Test di Italiano di livello B1 prevede la capacità di sostenere conversazioni semplici su argomenti noti o di interesse, comprendendo gli elementi principali in un discorso.

In una sola sessione l’esaminando dovrà provare le seguenti capacità:

  • Ascoltare (comprensione di testi orali)
  • Leggere e Scrivere (comprensione di brevi testi scritti)
  • Usi dell’italiano (comprensione degli usi dell’italiano in contesti comunicativi quotidiani e produzione di brevi e semplici testi scritti)
  • Comunicazione face to face

A Roma, l’esame può essere svolto in Italia presso l’Università degli Studi Roma Tre, CTP e presso Istituzioni convenzionate.

L’iscrizione ai corsi avviene dopo aver compilato un format e previa il pagamento di una retta.

La partecipazione ai corsi non è facilissima in quanto il numero di iscritti alle prove di esame è in continua crescita e le date di esame non sono tantissime.

Presso la nostra struttura è possibile formare delle classi di esame (formate da almeno 10 persone) per effettuare esami straordinari per ottenere la certificazione.

Al raggiungimento del numero minimo previsto, infatti, potremo richiedere l’attivazione di una data straordinaria presso strutture convenzionate per il rilascio del titolo.

Eviteremo così di dover attendere le date ufficiali previste dalle strutture, con un enorme risparmio di tempo per l’avviamento dell’intero iter di concessione della cittadinanza.

Ricordiamo che il decreto Salvini ha allungato i  tempi di attesa da 24 a 48 mesi.

La nostra struttura sarà quindi grado di seguire il richiedente lungo tutto l’arco temporale previsto dalla legge,  sollevando il cliente da ogni incombenza burocratica (dalla traduzione e legalizzazione dei documenti all’invio di PEC e comunicazioni di sollecito allo scadere del periodo previsto, ecc).

Per informazioni o per fissare un appuntamento contattaci allo 06/39741831, siamo in Viale di Valle Aurelia 65.