Integrazione al trattamento del minimo

Integrazione al trattamento del minimo è un istituto introdotto dall’articolo 6 della legge 638/1983.

Con questo provvedimento lo Stato tutela i Pensionati che non possono percepire una pensione dignitosa a causa della scarsa contribuzione versata.

Integrazione al trattamento del minimo  -Quali pensioni non sono integrabili-

L’integrazione al minimo può essere richiesta per tutte le pensioni dirette, per quelle di reversibilità ad eccezione delle pensioni supplementari e per le pensioni liquidate con il sistema contributivo.

Particolari condizioni vengono riservate per l’integrazione al trattamento minimo per l’assegno ordinario di Invalidità.

Integrazione al trattamento del minimo  -Requisiti-

Lo stato annualmente stabilisce una cifra definita “minimo vitale”.

Per il 2018 tale cifra è 507,42 €.

Il Pensionato che percepisce un prestazione previdenziale al di sotto di tale soglia ha diritto a richiedere l’integrazione al trattamento del minimo, purchè vengano rispettate determinate condizioni di reddito.

Quali sono le condizioni per ottenere l’integrazione al trattamento del minimo ?

I requisiti che consentono l’integrazione al minimo sono reddituali ed i limiti di reddito si differenziano a secondo dello stato civile del soggetto.

Per le persone non coniugate o separate o divorziate legalmente, per il 2018, sono previste 2 soglie:

  • 6.596,46 € per il diritto totale all’integrazione al minimo
  • 13.192,92 € per l’integrazione parziale al trattamento del minimo

Per i pensionati coniugati, il beneficiario deve sottostare ai seguenti parametri:

  • 13.192,92 € reddito personale
  • 26.385,84 € reddito sommato dei 2 coniugi.

Per esempi di calcolo sull’integrazione al trattamento del minimo totale o parziale consultare il seguente link.

Quali sono i redditi non valutabili ai fini dell’integrazione al trattamento del minimo ?

Nella valutazione della soglia del “minimo vitale” devono essere inclusi tutti tranne il reddito della casa di abitazione, il Tfr ed i trattamenti assimilati, i redditi esenti da Irpef, come le pensioni di guerra, le rendite Inail, le pensioni degli invalidi civili, i trattamenti di famiglia.

Per info sull’integrazione al trattamento del minimo richiedi il tuo appuntamento allo 06/39741831 o viene a trovarci in Viale di Valle Aurelia 65.