Pensione Anticipata Quota 100

Pensione Anticipata Quota 100 trattamento pensionistico

Il decreto legge del 28 Gennaio 2019 ha introdotto importanti novità in materia pensionistica.

Le più importanti sono l’introduzione della Pensione Anticipata Quota 100, il rinnovo dell’Opzione Donna e dell’Ape Social, la riduzione dell’anzianità contributiva nella pensione anticipata Fornero, le agevolazioni per l’Anticipo del TFS per i dipendenti pubblici.

Quota 100 al suo avvio sta registrando un ampio successo tra la platea di coloro i quali possono aderire alla misura.

Infatti l’INPS ha già ricevuto oltre 30000 domande di pensionamento Quota 100 in pochissimi giorni.

Pensione Anticipata Quota 100 Requisiti

Quota 100 al momento è una misura sperimentale per il triennio 2019-2021.

Possono accedere alla misura tutti gli iscritti  all ‘AGO (Assicurazione Generale Obbligatoria) e alle forme esclusive e sostitutive della medesima, nonchè alla Gestione Separata.

Per maturare il diritto il richiedente deve soddisfare principalmente 2 requisiti:

  • aver raggiunto i 62 anni di età
  • aver versato una contribuzione pari o superiore ai 38 anni

La somma delle 2 prerogative fa appunto 100 e consente l’accesso al Benificio.

I 2 requisiti base sono entrambi inderogabili per poter richiedere la prestazione, quindi non è possibile poter chiedere la Pensione Anticipata Quota 100 sommando un fattore che non è stato raggiunto.

Per esempio se ho 61 anni di Età ed ho 39 anni di contribuzione versata, pur avendo raggiunto Quota 100 non potrò richiedere la prestazione pensionistica perchè non ho raggiunto il requisito anagrafico di 62 anni di età.

Allo stesso modo se ho 64 anni di età ma solamente 36 anni di contributi versati, non potrò fare la domanda di Pensione Anticipata Quota 100 perchè non ho soddisfatto il requisito contributivo.

Pensione Anticipata Quota 100 qual’è la contribuzione utilizzabile

Ai fini della maturazione dei requisiti sono validi i contributi accreditati a qualsiasi titolo.

Possono essere utilizzabili quindi i contributi obbligatori, da riscatto, volontari e figurativi.

I contributi figurativi sono ammessi fino ad una soglia massima di 3 anni. Quindi bisogna aver raggiunto almeno 35 anni di contributivi effettivi.

Inoltre per consentire il raggiungimento del diritto a pensione, lo Stato consente il Cumulo dei contributi accreditati in una o più gestioni previdenziali amministrate dall’INPS.

Sono escluse, pertanto, dal Cumulo contributivo le casse previdenziali private.

Pensione Anticipata Quota 100 e Redditi da Lavoro

E’ importante sottolineare che la Pensione Anticipata Quota 100 a differenza della Pensione Anticipata Fornero non è cumulabile con i redditi da lavoro dipendente o autonomo.

L’unico reddito cumulabile è quello derivante da lavoro autonomo occasionale nel limite massimo di 5000 € lordi annui.

Tale limite deve essere rispettato sino al raggiungimento dei requisiti di età previsti per il conseguimento della  Pensione di Vecchiaia stabiliti nella Legge Fornero.

Qualora l’Ente rilevasse redditi superiori a quelli previsti nel lavoro autonomo occasionale o introiti da lavoro dipendente o autonomo, la prestazione pensionistica verrebbe sospesa con il recupero delle somme versate.

Pensione Anticipata Quota 100 e NASpI rischio indebito

I soggetti che perfezionano il requisito contributivo per la pensione anticipata decadono dalla fruizione delle indennità di disoccupazione NASpI alla  prima decorrenza utile della pensione anticipata.

Quindi qualora un percettore di NASpI abbia raggiunto il diritto a Pensione e continui a percepire l’Indennità di Disoccupazione senza avviare le procedure per la richiesta di Pensione perchè più favorevole, l’Ente una volta accertato il difetto potrà procedere al recupero delle somme erogate in eccesso.

Quindi è consigliabile verificare i requisiti di accesso e comprtarsi di conseguenza onde evitare procedure di indebito da parte dell’INPS.

Pensione Anticipata Quota 100 come funzionano le finestre mobili

Il governo per regolare i flussi dei pensionamenti delle gestioni pensionistiche ha differenziato le uscite tra gli iscritti dell’ Assicurazione Generale Obbligatoria e gli iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria appartenenti alla Gestione Pubblica.

Quota 100 come funziona per i privati

I lavoratori appartenenti alla sfera privata che hanno maturato il diritto a pensione entro il 31/12/2018  conseguono il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico dal 1 Aprile 2019.

I lavoratori del settore privato, invece, che soddisfano il diritto a pensione dopo il 1 Gennaio 2019 conseguono il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico trascorsi 3 mesi dalla data di maturazione.

Quota 100 come funziona per gli statali e gli insegnanti

Lo stato per garantire la continuità del servizio pubblico e per la specificità di impego della pubblica amministrazione ha previsto anche qui 2 modalità a secondo della maturazione dei requisiti ante o post entrata in vigore del Decreto Legge.

Per i dipendenti pubblici che hanno soddisfatto i requisiti Quota 100 entro l’entrata in vigore del Decreto Legge la decorrenza al trattamento pensionistico è prevista per il 1° Agosto 2019.

Mentre per coloro i quali i requisiti vengono raggiunti dopo l’entrata in vigore del Decreto legge in oggetto, la decorrenza della pensione è trascorsi i 6 mesi dalla data di maturazione dei requisiti.

I dipendenti pubblici che vogliono presentare la domanda di pensione Quota 100 devono presentare all’amministrazione di appartenenza la domanda di collocamento a riposo e allegarla all’istanza da presentare all’Ente Previdenziale.

Nella sfera dei lavoratori pubblici, esiste una piccola eccezione per quanto riguarda il personale del comparto scuola ed AFAM:

Il personale a tempo indeterminato può presentare domanda di cessazione del servizio con effetto dall’inizio dell’anno scolastico o accademico. In questo caso la decorrenza della Pensione è il 1 Settembre di ogni Anno.

Le domande dovranno essere istruite secondo le modalità e i tempi previsti dal MIUR di anno in anno.

Per informazioni su Quota 100 e su Pensioni Anticipata Fornero prenota il tuo appuntamento allo 06/39741831, ti aspettiamo in Viale di Valle Aurelia 65